Ultime uscite
Cover

PASTORIZIA

Fabio Ciriachi

… avanzo fino a un limite per poi tornare sui miei passi e ripetere con scarti minimi, percosi già battuti, ma saggiandone visioni sghembe, parallele, intersecanti. Sperimento il punto di vista senile, la necessità di guardare verso il basso, proprio della pastorizia: mentre le bocche sono intente a brucare, gli occhi censiscono il territorio, lo imparano a memoria. Non penso ancora che possano baciare la terra (pure sfiorata dalle labbra)...

Cover

L'ETA' DELL'IRA

Marisa Tolve

«L’ira qui nasce dall’indignazione, nel suo primo significato di rivoltarsi contro l’indegnità sovrastante, contro lo spegnimento di quei valori fondamentali per chi resta nel mondo ma si oppone alle comuni rovine. Lo spettacolo è quel che è dato vedere a tutti e il tanto che si patisce vedendo e sentendo è aggravato appunto dal sapersi attore e non solo vittima di un tale orrendo spettacolo. Le arie inquinate, avvelenate le acque, gli affamati, i perseguitati, i drogati, le guerre...

Cover

TERRA CONTIGUA

Biancamaria Frabotta

Si direbbe che in queste poesie Biancamaria Frabotta possieda quello che in musica si chiama orecchio assoluto: l’impasto fonico e il ritmo tirano la volata al senso, e sembrano generare la stessa poesia nel suo farsi, fino a svelare invece un suo rigoroso discorso logico, che va dalle più affilate riflessioni filosofiche e amorose alla lucidità dell’insonnia al salto mortale del paradosso....

Cover

LA CENERE DELLE PAROLE

Jean Portante

«Qui la cenere non è la fine di una combustione, ma l’inizio di un altro cammino, incontro a una diversa misura dell’intera esistenza. […] L’io non si nasconde a sé stesso, anche quando si specchia nel flusso degli istanti e si lascia ai mutamenti della luce, allo scorrere delle acque, ai rumori della strada, alle fioriture degli alberi e al loro sfiorire, e insegue la moltitudine di fantasmi che a sua volta lo insegue. […] Poesia in cui singolare e plurale intonano una musica lieve...

Cover

NON TUTTO E' PERDUTO

Sara Zanghì

I racconti di Sara Zanghì propongono otto avvincenti storie al femminile, che portano il lettore dai vicoli profumati di zenzero della kasba di Marrakech, dove Anais si guadagna da vivere facendo da guida ai turisti occidentali, fino alle calli della laguna veneziana, luogo che la scrittrice americana Constance sceglie come teatro del proprio suicidio in un giorno di primavera. Altre donne e altre storie si avvicendano nel libro: storie tutte diverse per ambientazione e suggestioni...

Cover

YASUDE

MESSAGGIO DELLA POETA GIAPPONESE MOMOKO KURODA

"Dopo l’undici marzo, il giorno del terremoto scala nove, dello tsunami enorme, dell’incidente nucleare, è cambiato il Giappone e il nostro modo di vivere. Mi sono chiesta: che cosa posso fare io come haijin? Lo haiku è per i giapponesi una poesia popolare che nasce dall’esperienza di vita dell’autore […].

...

Libri da 79 a 84 di 299
Precedenti   1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50   Successivi