Ultime uscite
Cover

La signora dei Pavoni

Giovanna Amato

L'interloquire di Amato è scontroso, voglioso di distinguersi per originalità e coraggio, ma non del tutto reticente, e talvota si abbandona al piacere di offrirci preziose indicazioni, per così dire, narratologiche....

Cover

Esitazioni

Marcello Sambati

Nel suo ultimo libro, felicemente intitolato all'esitazione, appaiono con rinnovata densità i grandi temi di questo poeta monacale: il nulla, il buio, il sangue, la cenere e "il nostro andare alla cenere", il cammino smarrito di chi ha perso ogni direzione. E c'è infine un "tu" irragiungibile, a portata di sguardo e a perdita d'occhio, un interlocutore immerso nella polvere, nella spina e nel mutismo....

Cover

Vento limpido

Dora Celeste Amato

È un inventario della propria esistenza per raccogliere voci, le quali, per loro propria natura, a differenza delle immagini o dei ricordi tattili, hanno una molteplicità di dimensioni: sono certo portatrici di senso, ma anche di toni emotivi, sono portatrici di vibrazioni per la loro natura fisica, frequenze e modulazioni che possono o meno entrare in risonanza con i nostri ritmi più profondi, attivarli o spegnerli per dissonanza. L’inventario si estende, diventa scavo ad ampio spettro e come t...

Cover

Il cuore animale

Plinio Perilli

Il cuore scritto di Alfredo de Palchi, che sempre pulsa e batte vita - vita di poesia - come una ferita da cui mai più si può guarire, così come morire......

Cover

L'anno che mi mancava Bordon

Francesco Scaramozzino

Campeggia la solitudine in questi racconti, spesso brevi, campeggia e detta le sue regole: la solitudine del marito e dell'amante, del manager e dell'impiegato, della prostituta e della pornostar, solitudine che è isteria e precarietà, inadeguatezza e rimorso, insomma la solitudine nelle sue molte, a volte ambigue e sottili, e anche per questo più tragiche maschere....

Cover

La chiave di vetro

Elio Pecora

La chiave di vetro apparve nel 1970 come un’opera decisamente insolita, seppure in linea con l’idea di antinaturalismo e di svecchiamento invocata dalle avanguardie. Era un testo che guardava all’Europa, direttamente e senza mediazione alcuna: lo sguardo dello scrittore si apriva alla contaminazione, e questa, che rimane oggi il punto di forza più convincente di quell’esordio, nonché la struttura evidente del libro, fu con ogni probabilità anche la causa di un’incertezza, sul piano della ...

Libri da 13 a 18 di 296
Precedenti   1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50   Successivi